torna al blog

Le tipologie di valvole a sfera nel catalogo di Intertubi

Prodotti

Valvole a sfera in acciaio inox prodotte e commercializzate da Intertubi: a due pezzi, a tre pezzi, di tipo L e T, con estremità flangiate e tipo wafer.

02 novembre 2021
Prodotti

Le caratteristiche fondamentali delle valvole a sfera

Le valvole a sfera sono una delle tipologie più diffuse di valvole per l’intercettazione del flusso. Il meccanismo alla base di questo dispositivo è il movimento di un otturatore avente una cavità di forma cilindrica coassiale con il tubo a cui è collegata la valvola. In particolare, la valvola consente:
- il passaggio: quando la cavità è completamente coassiale e il passaggio del fluido è libero da qualsiasi tipo di ostruzione;
- il blocco totale: l’otturatore si muove di 90° bloccando completamente il passaggio del fluido;
- la riduzione: l’otturatore ruota di un angolo inferiore a 90° bloccando solo parzialmente il flusso. Tale posizione, però, può portare ad alcune problematiche che nel tempo possono portare al malfunzionamento dell’impianto o della valvola a sfera.
Altre problematiche che possono presentarsi in esercizio sono le perdite di carico, qualora il diametro della cavità presente sulla sfera fosse inferiore a quello del tubo, e l’accumulo di fluido nella zona delle guarnizioni che può provocare fenomeni corrosivi importanti soprattutto con il passare del tempo.
Il materiale di realizzazione è, solitamente, l’acciaio inossidabile che garantisce ottime proprietà dal punto di vista meccanico combinate con un’elevata resistenza a corrosione, un aspetto di primaria importanza per queste tipologie di componenti. In ogni caso, non è raro trovare valvole realizzate anche in acciaio al carbonio, soprattutto in ambienti poco aggressivi, e in tecnopolimeri o polimeri ad alta resistenza all’usura, quale il PTFE

I modelli nel catalogo Intertubi

All’interno del catalogo Intertubi sono presenti varie tipologie di valvole a sfera in acciaio inox che si diversificano per la conformazione, il numero di pezzi e il numero di vie. In particolare, le macrocategorie in cui si dividono sono:
1. valvole a sfera a due pezzi, il corpo e l’otturatore regolabile tramite maniglia;
2. valvole a sfera a tre pezzi, presenta anche una flangia per l’attacco diretto dell’attuatore;
3. valvole a tre vie di tipo L e T, il nome deriva dalle posizioni degli attacchi sul corpo principale della valvola;
4. valvole a sfera con estremità flangiate, il collegamento con il tubo non è realizzato tramite filettatura delle estremità ma tramite l’utilizzo delle flange;
5. valvole a sfera di tipo wafer, ovvero valvole a corpo piatto, ideali per impianti con spazio ridotto per la loro collocazione.
Inoltre, per ogni tipologia di valvola sono specificate le caratteristiche costitutive e di esercizio, con particolare risalto per le curve pressione temperature e per la portata di fluido oraria. Questi dati, insieme ai consigli forniti, permettono al cliente di fare delle scelte consapevoli sulla tipologia di valvola a sfera in acciaio inox da utilizzare in un’applicazione specifica, permettendo di migliorare le performance dell’impianto ed allungarne la vita, evitando guasti e malfunzionamenti ricorrenti.

Potresti leggere anche...

Valvola di ritegno

Valvole di ritegno in acciaio inox

L'utilizzo delle valvole di ritegno per la gestione dei flussi e i materiali di costruzione. Approfondisci con l'esperto di Intertubi.

16 luglio 2021
Valvola di ritegno

Le valvole wafer o a farfalla: caratteristiche e materiali

I componenti e le caratteristiche delle valvole wafer prodotte da Intertubi

07 settembre 2021

I nostri prodotti