Giunti per tubi, diversi modi per creare impianti complessi.


Il cliente ha sempre ragione e ci chiede aiutarlo in maniera sempre pi├╣ professionale nella realizzazione dei suoi impianti, a volte anche molto complessi o che possono veicolare fluidi la cui perdita pu├▓ essere critica per le persone oppure per l’ambiente circostante.
Quindi diventa fondamentale in fase progettuale la scelta corretta dei giunti per tubi da utilizzare per la realizzazione di questi impianti. Possiamo avere raccordi a saldare con diverse soluzioni in funzione anche delle sollecitazioni a cui i particolari sono sottoposti, oppure giunzioni di tipo filettato utilizzabili quando le applicazioni non sono critiche.
I giunti per tubi poi possono essere di tipo fisso oppure smontabile, nel secondo caso sono componenti che possono favorire le operazioni di manutenzione di una o pi├╣ parti dell’impianti. Rientrano in questa categoria tutte le flange piane nel caso di parti collegate per saldatura e tutti i giunti in tre pezzi per quanto riguarda i collegamenti filettati.


Dove scegliere i giunti per tubi pi├╣ adatti?

Come punto di partenza il nostro catalogo permette di scegliere tra un’ampia gamma di prodotti, sia in acciaio inossidabile sia in acciaio legato al carbonio, ma la scelta ├Ę dettata dai parametri di progetto e dalle condizioni di esercizio dell’impianto, per questo sono disponibili specialmente nel campo delle giunzioni saldate diversi valori di spessore che si abbinano ai tubi in commercio. Scegliere il giusto spessore ├Ę compito dell’ingegneria in funzione delle norme scelte per i componenti.

I raccordi e le flange come giunti per tubi sono regolamentati da varie normative di settore:
- ASME B16.9, raccordi a saldare per il mercato americano
- EN10253, raccordi a saldare per il mercato inernazionale
- ASME B16.5 flange piane forgiate per il mercato americano
- EN1092-1 flange forgiate per il mercato europeo
- ISO4144, raccorderia filettata
- EN10241 raccorderia filettata di tipo pesante
- ANSI B16.11 raccordi filettati mercato americano ma anche raccordi a saldare a tasca
Questa ├Ę l’ampia offerta che il nostro catalogo ti mette a disposizione con pronta consegna a magazzino, e il nostro personale altamente qualificato prepara i tuoi ordini in tempi rapidi e precisi e provvede alla spedizione del materiale.
Il nostro sistema informatico avanzato inoltre ci permette di soddisfare i requisiti della norma EN10204 che prevede di accompagnare ogni articolo con una certificazione che ha vari livelli di complessit├á in funzione dell’impiego dei componenti. Di base tutti i giunti per tubi che escono dalla nostra sede sono accompagnati dalla certificazione 2.1 che permette in ogni momento di risalire la filiera del prodotto partendo dalla colata del materiale di base.
Esistono poi certificazioni pi├╣ impegnative rilasciate su richiesta del cliente che possono richiedere prove di tipo come nel caso del livello 2.2 oppure prove specifiche che possono essere svolte direttamente da noi (livello 3.1) oppure da un ente certificatore terzo scelto direttamente dal cliente.
 

Giunti per tubi a saldare

Come dicevamo in precedenza due sono i principali metodi di collegamento dei giunti per tubi, ed il pi├╣ solido e in grado di garantire la sicurezza, sempre se fatto a regola d’arte ├Ę quello della saldatura.
Ogni stremit├á dei tubi e dei raccordi viene preparata per la perfetta saldatura realizzando uno smusso sul bordo per garantire la completa penetrazione della saldatura, questa fase si chiama bisellatura e viene fatta su ogni raccordo gi├á in fase di produzione. Esistono bisellature standard ma possono essere richieste anche forme particolari in funzione dell’applicazione. Queste forme di solito vengono definite dalle specifiche di saldatura che vengono create assieme al progetto ingegneristico.
La saldatura dipende molto anche dal materiale in cui sono realizzati tubi raccordi e anche dal tipo di processo utilizzato.
Varieranno parametri e condizioni a seconda che il materiale sia acciaio inossidabile oppure acciaio legato al carbonio, e dovranno essere calcolate in modo da far perdere il meno possibile le caratteristiche meccaniche ai materiali che varranno uniti.
Va curato anche molto il materiale che verrà utilizzato nella saldatura come ad esempio gli elettrodi per evitare che nel cordone che unisce i giunti per tubi ci possano essere delle inclusioni o delle imperfezioni che possano portare alla perdita. Questo sarebbe catastrofico specialmente in impianti che veicolano fluidi pericolosi


La filettatura come altro metodo per collegare i componenti

Quando le condizioni di esercizio sono meno gravose possiamo utilizzare anche le giunzioni filettate, ma anche qui vanno tenute in conto delle precauzioni che garantiscono la tenuta tra i giunti per tubi. Infatti nonostante l’accoppiamento filettato conico che segue la norma EN 10226-1 che ha sostituito la precedente ISO 7 oppure quello che segue lo standard ANSI B1.20.1 bisogna in ogni caso provvedere a posizionare sul filetto dei sigillanti che garantiscano la tenuta.
Qui chiaramente il campo ├Ę davvero ampio, in quanto esistono sigillanti solidi o liquidi e ognuno di questi ha campi di temperatura e pressione in cui pu├▓ essere impiegato, oltre al fatto che la sua scelta deve essere fatta perch├ę possa essere compatibile anche con il gas o il liquido che circola nell’impianto. Il discorso ├Ę molto simile alle guarnizioni.
Il sigillante solido per eccellenza che posso usare sulle filettature e che permette oltre a una ampia compatibilit├á anche un ampio range di temperature ├Ę il PTFE che troviamo sia in forma di nastro che di filamento da avvolgere sul filetto.┬á Esistono anche sigillanti liquidi che per alcune applicazioni sono sicuramente pi├╣ performanti. Questi tipo di prodotto lavora per reazione anaerobica ovvero si indurisce in mancanza di ossigeno, quindi quando viene stretto tra i filetti crea la tenuta.
Figure disponibili filettate
Raccorderia filettata Intertubi


Il materiale per costruire i giunti per tubi

Come dicevamo in precedenza i giunti per tubi vengono realizzati in acciaio inossidabile, solitamente AISI 304 o AISI 316, due acciaii della categoria degli austenitici con ottime caratteristiche di resistenza alla corrosione in ogni tipo di ambiente compreso quello marino. Hanno anche una buona resistenza ad elevate temperature.
La collaborazione con le aziende del gruppo permette di fornire anche raccordi e flange in acciaio legato al carbonio. Qui possiamo spaziare in un ambito ben più ampio di materiali che possono andare da acciai da costruzione fino ad acciai altamente legati con possibilità di lavorare sia ad elevate temperature che in condizioni di freddo estremo pur mantenendo delle caratteristiche meccaniche competitive.